insomma, giovane giovane, senza soldi, anarchica di sinistra , a Locarno a camminare, solitaria come sempre, chissà magari una di quelle sere dalle quali scappavo di casa per non vivere una realtà invivibile o vivibile esternamente. 
era il profumo di gioventù, quello che ti porta a vivere altri lidi, a provare emozioni forti..così passai davanti ad un cinema, le tasche dei miei jeans piangevano miseria...e io li vidi, in attesa, una fila lunga, inusuale per i tempi. 
una fila di persone per vedere il film. pensai vorresti anche tu e mi risposi amaramente ed ironicamente..ma è solo una trovata commerciale. 
Il film lo vidi per la prima volta in età adulta avanzata, ribelle fino all'ultimo.